Apollo 15 Luna Apollo 15

LRV

Semplicemente incredibile, eppure anche il "Moon Rover", anche detto "Lunar Roving Vehicle" (LRV) della missione Apollo 15 aveva una targa!!

"Ehi gente, questo è meglio di un Gran Prix!"... queste le parole di David Scott, comandante dell'Apollo 15, mentre era alla guida del rover sugli "Appenini Hadley" della luna insieme a James Irwin il 31 luglio 1971. A dire il vero, nonostante le parole di Scott, la velocità era tutt'altro che paragonabile a quella delle vetture da gara "terrestri": il massimo che si poteva toccare era 25 Km/h!

Il Lunar Rover era stato costruito dalla Boeing e dalla General Motors, non aveva un volante, ma una cloche simile a quella degli aeroplani, con la quale si comandava la marcia in avanti e indietro (anche se gli astronauti preferivano alzare il veicolo e girarlo di 180° piuttosto che usare la retromarcia!), e la sterzata (con una variazione del differenziale delle ruote, come per i carri armati).

Inoltre, dovendo operare in un mondo senza aria e quindi senza ossigeno, non poteva logicamente disporre di un normale motore a scoppio che brucia benzina. Il motore, quindi, era elettrico, alimentato da batterie con autonomia di 100 Km percorsi a piena potenza. Ogni ruota era autonomamente motrice con un piccolo motore da un quarto di cavallo di spinta. Particolari erano anche i pneumatici che, anziché essere in gomma con camera d'aria, come nelle auto normali, avevano all'interno un anello elastico con una fitta rete di filo d'acciaio e con un battistrada in tasselli di titanio.

Grazie alla gravità lunare, che è appena un sesto di quella terrestre, con la "Moon Rover" si riuscivano a superare pendenze del trenta per cento, e a saltare scarpate larghe fino a settanta centimetri: cosa praticamente impossibile sulla Terra!

I "Lunar Rover" furono utilizzati anche nelle successive missione Apollo 16 e Apollo 17 del 1972, ma non ho ancora trovato le eventuali targhe che furono utilizzate.

Oggi esistono ancora tre modelli della jeep lunare, adoperati all'epoca dell'Apollo per gli addestramenti degli astronauti; uno di questi, di proprietà del museo di Houston, viene spesso trasferito in varie nazioni durante le mostre sullo spazio.


LRV LRV



Home
Targhe a Roma by Michele Berionne