Sealand Sealand Sealand

Mappa di Sealand Il principato di Sealand altro non è che una piattaforma di cemento di appena 5.600 metri quadrati, più o meno quanto un campo da calcio, costruita dagli inglesi durante la seconda guerra mondiale come postazione antiaerea, a sole 7 miglia dal porto di Harwich, non lontano da Londra, proprio per difendere la capitale da eventuali bombardamenti (vedi mappa a sinistra).

Il 2 settembre 1967 la piattaforma è stata occupata da Paddy Roy Bates, ex ufficiale britannico, che la proclamò "stato libero ed indipendente". Il governo inglese provò a riprenderne il possesso, ma una prima volta fu respinto grazie all'uso di un cannone installato sulla piattaforma stessa, e poi si dovette arrendere al tribunale dell'Essex che dichiarò che l'isola artificiale, trovandosi in acque internazionali, era fuori dalla giurisdizione inglese.

Il sogno del "principe" era di creare sulla piattaforma un casinò, un albergo di lusso, un'emittente televisiva, ma nulla di questo si è realizzato ed oggi Sealand è abitata solo da due persone, membri della "Sealand security".

In ogni caso Sealand, pur non essendo riconosciuto da nessuno stato del mondo, batte una propria moneta, emette francobolli e passaporti (circa 160.000 fino ad oggi) ed ovviamente, come più ci interessa, produce anche targhe automobilistiche, come quella mostrata qui sotto. Il tutto ovviamente a pagamento: un kit completo di patente, passaporto e targa costa tra i 9.000 e i 55.000 dollari.

È possibile vedere una curiosa immagine del 1967, quando la piattaforma fu occupata, clickando qui, così da capire meglio quali sono le reali dimensioni di questo "isolotto"!

Tutte le informazioni e le fotografie riportate in questa pagina sono state tratte dal numero dell'11/5/2000 di Panorama (pagg. 126-127) e voglio ringraziare moltissimo Roberto Tarabella che me le ha fatte avere!

Targa di Sealand




Home
Targhe a Roma by Michele Berionne