Sigle di provenienza attuali

In questa tavola ci sono le sigle di provenienza per tutte le targhe italiane usate tra il 1927 e il 1995 e, poi, di nuovo a partire dal 1999. In grigio sono elencate le sigle che oggi non sono più in uso: ho, comunque, preferito lasciarle nella tavola per una più comoda consultazione. Inoltre, accanto alle sigle che hanno subito modifiche sono presenti dei numeri tra parentesi che rimandano alle note presenti sotto la tavola.

AG
Agrigento (3)
AL
Alessandria
AN
Ancona
AO
Aosta
AP
Ascoli Piceno
AQ
L'Aquila
AR
Arezzo
AT
Asti (4)
AU
Apuania (5)
AV
Avellino
BA
Bari
BG
Bergamo
BI
Biella (7)
BL
Belluno
BN
Benevento
BO
Bologna
BR
Brindisi
BS
Brescia
BZ
Bolzano
CA
Cagliari
CB
Campobasso
CE
Caserta (6)
CG
Castrogiovanni (3)
CH
Chieti
CL
Caltanisetta
CN
Cuneo (3)
CO
Como
CR
Cremona
CS
Cosenza
CT
Catania
CU
Cuneo (3)
CZ
Catanzaro
EN
Enna (3)
FC
Forlì-Cesena (8)
FE
Ferrara
FG
Foggia
FI
Firenze
FM
Fiume (2)
FO
Forlì (8)
FR
Frosinone
FU
Fiume (2)
GE
Genova
GI
Girgenti (3)
GO
Gorizia
GR
Grosseto
IM
Imperia
IS
Isernia (6)
KR
Crotone (7)
LC
Lecco (7)
LE
Lecce
LI
Livorno
LO
Lodi (7)
LT
Latina (4)
LU
Lucca
MC
Macerata
ME
Messina
MI
Milano
MN
Mantova
MO
Modena
MS
Massa Carrara (5)
MT
Matera
NA
Napoli
NO
Novara
NU
Nuoro
OR
Oristano (6)
PA
Palermo
PC
Piacenza
PD
Padova
PE
Pescara
PG
Perugia (4)
PI
Pisa
PL
Pola (2)
PN
Pordenone (6)
PO
Prato (7)
PR
Parma
PS
Pesaro (8)
PT
Pistoia
PU
Pesaro-Urbino (8)
PU
Perugia (4)
PV
Pavia
PZ
Potenza
RA
Ravenna
RC
Reggio Calabria
RE
Reggio Emilia
RG
Ragusa
RI
Rieti
RN
Rimini (7)
RO
Rovigo
ROMA
Roma (1)
SA
Salerno
SI
Siena
SO
Sondrio
SP
La Spezia
SR
Siracusa
SS
Sassari
SV
Savona
TA
Taranto
TE
Teramo
TN
Trento
TO
Torino
TP
Trapani
TR
Terni
TS
Trieste (5)
TV
Treviso
UD
Udine
VA
Varese
VB
Verbano-Cusio-Ossola (7)
VC
Vercelli
VE
Venezia
VI
Vicenza
VR
Verona
VT
Viterbo
VV
Vibo Valentia (7)
ZA
Zara (2)

(1)
Roma è l'unica città con il nome intero sulla targa dal momento che è la capitale italiana; tuttavia immagino che se avesse avuto un nome più lungo, difficilmente avrebbe avuto lo stesso privilegio, ma molto probabilmente avrebbe usato 2 sole lettere come tutte le altre citta!! In ogni caso RM è la sigla per Roma (RO è Rovigo) ed è effettivamente utilizzata in alcuni casi particolari (ad esempio sulle targhe ripetitrici dei rimorchi).
(2)
A questa lista si potrebbero aggiungere le sigle delle città in Africa, in Libia e di Rodi che sono appartenute all'Italia prima della seconda guerra mondiale. Sono, invece, in grigio le sigle di alcune città al confine tra l'Italia e la Croazia che ora appartengono a quest'ultima, ma che sono state province italiane a tutti gli effetti: Fiume (FU prima del 1930 e FM dopo), Pola (PL) e Zara (ZA). Per vedere le fotografie che ho trovato di queste targhe, vai alla pagina delle targhe scomparse.
(3)
Nel 1927/28 sono state aggiunte Enna e Agrigento, ed eliminate Castrogiovanni (CG) e Girgenti (GI), incluse rispettivamente proprio in Enna e Agrigento. In pratica si tratta solo di un cambio di nome di queste due province. Nello stesso anno Cuneo ha cambiato la propria sigla da CU a CN: per motivi di pudore!!
(4)
Nel 1933 Perugia ha cambiato la propria sigla da PU a PG e nello stesso anno è stata aggiunta Latina (inizialmente Littoria). Due anni dopo, nel 1935, è stata aggiunta Asti (alcune fonti riportano che in origine fu usata la sigla AS, ma questo non é vero).
(5)
Nel periodo compreso tra il 1939 e il 1949 Massa Carrara (MS) è stata chiamata Apuania e ha usato la sigla AU (vai alla pagina delle targhe scomparse per vederne una fotografia). Allo stesso modo Trieste è stata eliminata nel 1945 e riaggiunta nel 1954 (vedi la pagina delle targhe di Trieste per maggiori dettagli in proposito).
(6)
Caserta è stata reintrodotta nel 1945 dopo che era stata sppressa nel 1927 (vedi tabella): in quell'occasione la numerazione ricominciò dal numero 1 in base all'ordine in cui erano richieste le targhe. Pordenone è stata aggiunta nel 1967, Isernia nel 1970 e Oristano nel 1976.
Una curiosità che mi ha raccontato : nel 1967 venne creata la provincia di Pordenone e la sigla stabilita doveva essere PO, ma i cittadini di Prato, che già allora sognavano il distacco da Firenze, lessero la notizia ed un membro del consiglio comunale cittadino prese il treno e si precipitò a scongiurare i pordenonesi di cambiare la sigla in PN, che sta per Porto Naonis, l'antico nome latino di Pordenone, o per Prato non ci sarebbe più stata possibilità di sigla propria (PR, PA e PT erano già state assegnate). Tutto andò bene e i pratesi salvarono la targa.
La provincia di Oristano iniziò ad emettere targhe nel 1976, anche se era stata istituita già nel 1974. Questo ritardo fu probabilmente dovuto al fatto che si iniziò direttamente con le targhe con caratteri arancioni la cui distribuzione, appunto, partì nel 1976.
(7)
Le province di Biella, Crotone, Lodi, Lecco, Prato, Rimini, Verbano-Cusio-Ossola e Vibo Valentia sono state aggiunte nel 1992.
(8)
Nel 1999, con le re-introduzione della sigla di provenienza sulle targhe italiane, Forlì (FO) è diventata FC (Forlì-Cesena) e Pesaro (PS) è diventata PU (Pesaro-Urbino). Ho, comunque, riportato nella tabella entrambe le versioni in nero in quanto oggi è possibile vedere sia l'una (sulle vecchie targhe) che l'altra (sulle targhe nuove).

Nel 2001 sono state istituite quattro nove province in Sardegna: Olbia-Tempio (capoluoghi Olbia e Tempio Pausania), Ogliastra (capoluoghi Lanusei e Tortolì), Carbonia-Iglesias (capoluoghi Carbonia e Iglesias) e Medio-Campidano (capoluogo Sanluri). Le sigle sono rispettivamente OT, OG, CI e MD, e dovrebbero essere adottate dal 2005.
Inoltre nel 2004 sono state approvate ufficialmente le tre nuove province di Monza e Brianza (capologo Monza), Fermo e Barletta-Andria-Trani (capoluogo Barletta). Anche di quest'ultime non sono ancora note le sigle che avranno, ma sembra plausibile che saranno rispettivamente MZ, FM e BT.




Home
Targhe a Roma by Michele Berionne